Mascherina FFP2 PMF BIANCA Face-Mask Certificata CE1463 Made in EU #N90056004422-500

Mascherina FFP2 PMF BIANCA Face-Mask Certificata CE1463 Made in EU #N90056004422-500
  • Mascherina FFP2 PMF BIANCA Face-Mask Certificata CE1463 Made in EU #N90056004422-500
  • Mascherina FFP2 PMF BIANCA Face-Mask Certificata CE1463 Made in EU #N90056004422-500
  • Mascherina FFP2 PMF BIANCA Face-Mask Certificata CE1463 Made in EU #N90056004422-500
  • Mascherina FFP2 PMF BIANCA Face-Mask Certificata CE1463 Made in EU #N90056004422-500

Mascherina FFP2 PMF BIANCA Face-Mask Certificata CE1463 Made in EU #N90056004422-500

di EUR
Mascherina di protezione FFP2NR PMF/4 Bianca Face-Mask certificata CE 1463, conforme EN149:2001+A1:2009 con efficienza di filtrazione >94%. Made in EU. Confezionata e sigillata da 10 pezzi. Prezzo singolo per acquisti da 500 pezzi minimo.
Prezzo:
€ 0,20
Listino:
€ 0,75
Risparmi:
€ 0,55 (73%)

Descrizione

Mascherina di protezione bianca FFP2NR PMF/4 Face-Mask certificata CE 1463 secondo lo standard EU EN149:2001+A1:2009

La mascherina PMF/4 FFP2 NR Face-Mask è prodotta in Polonia secondo gli standard più elevati. L'efficienza di filtrazione >94% delle particelle sospese nell’aria, inclusi polvere, fumo, polline e altri inquinanti; la capacità di filtrare gli aerosol sia solidi che liquidi. La mascherina di protezione soddisfa i requisiti della EN 149:2001+A1:2009. Certificata CE 1463.
Protegge dalla polvere e dai microrganismi trasmessi dalle goccioline. Fornisce protezione fino a 8 ore di utilizzo. dimensione universale: durante i test, la maschera ha superato positivamente i test per varie dimensioni del viso dell'utente. Durante i test, la maschera ha mostrato una libertà di respirazione fino al 30% migliore di quella richiesta per questo tipo di maschere. Per aumentare l'igiene e la comodità dell'utente. Sicuro - non contiene sostanze nocive.
Colore bianco.
Confezionata e sigillata da 10 pezzi.
Made in EU - Polonia.

Prezzo per acquisti da 500 pezzi.
Ordinare solo multipli da 500 pezzi.

------------------------------------------------------------------
Mascherine, le norme tecniche (fonte www.salute.gov.it)

Mascherine chirurgiche

Le mascherine chirurgiche hanno lo scopo di evitare che chi le indossa contamini l’ambiente, in quanto limitano la trasmissione di agenti infettivi e ricadono nell'ambito dei dispositivi medici di cui al D.Lgs. 24 febbraio 1997, n.46 e s.m.i.. Sono utilizzate in ambiente ospedaliero e in luoghi ove si presti assistenza a pazienti (ad esempio case della salute, ambulatori, ecc).

Le mascherine chirurgiche, per essere sicure, devono essere prodotte nel rispetto della norma tecnica UNI EN 14683:2019 (scaricabile gratuitamente dal sito https://www.uni.com), che prevede caratteristiche e metodi di prova, indicando i requisiti di:

  • resistenza a schizzi liquidi
  • traspirabilità
  • efficienza di filtrazione batterica
  • pulizia da microbi.

La norma tecnica di riferimento UNI EN ISO 10993-1:2010 (scaricabile gratuitamente dal sito https://www.uni.com) ha carattere generale per i dispositivi medici e prevede valutazione e prove all'interno di un processo di gestione del rischio.


Mascherine FFP2 e FFP3

I facciali filtranti (mascherine FFP2 e FFP3) sono utilizzati in ambiente ospedaliero e assistenziale per proteggere l’utilizzatore da agenti esterni (anche da trasmissione di infezioni da goccioline e aerosol), sono certificati ai sensi di quanto previsto dal D.lgs. n. 475/1992 e sulla base di norme tecniche armonizzate (UNI EN 149:2009, scaricabili gratuitamente dal sito https://www.uni.com).

La norma tecnica UNI EN 149:2009 specifica i requisiti minimi per le semimaschere filtranti antipolvere, utilizzate come dispositivi di protezione delle vie respiratorie (denominati FPP2 e FPP3), ai fini di garantirne le caratteristiche di efficienza, traspirabilità, stabilità della struttura attraverso prove e test tecnici.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Standard per le mascherine (fonte www.accredia.it)

Affinché i prodotti sul mercato rispondano ai requisiti minimi per la salvaguardia della salute, i DPI per le vie respiratorie e le mascherine chirurgiche devono essere verificati e testati per accertarne la funzionalità.

Nell’ambito delle misure di emergenza dettate dalla pandemia da Covid-19, INAIL e ISS – Autorità competenti designate dalla Legge “Cura Italia” – hanno stabilito che i requisiti specifici che devono essere soddisfatti affinché i Dispositivi di Protezione Individuale per le vie respiratorie (semimaschere filtranti) e le maschere facciali a uso medico (mascherine chirurgiche) assicurino un’adeguata protezione, sono quelli riportati, rispettivamente, nelle norme europee EN 149:2019 + A1:2009 e EN 14683:2019.

 

Dispositivi medici - Mascherine chirurgiche

EN 14683:2019 “Maschere facciali ad uso medico – Requisiti e metodi di prova”

Lo standard europeo – recepito in Italia come UNI EN 14683:2019 – specifica i requisiti di fabbricazione, progettazione e prestazione e i metodi di prova per le maschere facciali ad uso medico destinate a limitare la trasmissione di agenti infettivi tra pazienti e personale clinico durante gli interventi chirurgici e altri contesti medici con requisiti simili.

 

Dispositivi di Protezione Individuale - Semimaschere filtranti
Personal Protective Equipment Regulation (EU) 2016/425

EN 149:2001+A1:2009 “Dispositivi di protezione delle vie respiratorie – Semimaschere filtranti contro le particelle – Requisiti, prove, marcatura”

La norma europea – recepita in Italia come UNI EN 149:2009 – specifica i requisiti minimi per le semimaschere filtranti antipolvere utilizzate come dispositivi di protezione delle vie respiratorie ad eccezione di quelle destinate alla fuga. Sono inclusi test di laboratorio e prove pratiche per la valutazione della conformità dei requisiti essenziali.

 

Standard nel mondo per DPI

Oltre agli standard europei, i respiratori con filtro facciale (Filtering Facepiece Respirators – FFR) sono soggetti a varie normative standard in tutto il mondo, quali:

  • N95 (Stati Uniti NIOSH-42CFR84)
  • FFP2 (Europa EN 149-2001)
  • KN95 (Cina GB2626-2006)
  • P2 (Australia/Nuova Zelanda AS/NZA 1716:2012)
  • Korea 1st class (Korea KMOEL – 2017-64)
  • DS (Giappone JMHLW-Notification 214, 2018)

Questi standard specificano alcune proprietà fisiche e caratteristiche prestazionali richieste per risultare conformi ai requisiti definiti dallo standard particolare. In base ai requisiti di prestazione dichiarati nelle norme e confermati durante le attività di valutazione di conformità, sembra che i respiratori certificati come conformi a questi standard funzionino analogamente tra loro.

Sulla base di questo confronto, è ragionevole considerare i dispositivi cinesi KN95, quelli coreani di 1a classe e quelli giapponesi DS FFR come “equivalenti” ai respiratori americani US NIOSH N95 e a quelli europei FFP2. Lo stesso Ente statunitense per la sicurezza dei prodotti farmaceutici US-FDA ha dichiarato che vi è una ragionevole equivalenza, per le finalità Covid-19, tra KN95 e FFP2.